Corso di studio assistito per alunni di cittadinanza non italiana

Print Friendly

L’Istituto, insieme ad altri Istituti Secondari, fa parte della rete “Intreccio di Fili Colorati” allo scopo di procedere secondo sinergie, strategie d’azione e metodologie didattiche comuni e funzionali all’integrazione e al successo scolastico e vitale di tutti gli alunni, cercando di ottimizzare le risorse umane ed economiche a disposizione.

Data la rilevante percentuale di alunni con cittadinanza non italiana, provenienti da realtà geografiche molto diverse e iscritti ai corsi diurni e serali, l’Istituto si è attivato per favorire la loro integrazione scolastica e territoriale attraverso interventi di diversa portata, precisati e descritti nel Protocollo di accoglienza.

Ogni Consiglio di Classe valuta le esigenze e le difficoltà degli allievi e interviene con percorsi didattici interdisciplinari mirati all’acquisizione della lingua italiana come lingua di studio.

Durante l’anno scolastico, a supporto delle attività svolte in orario curriculare e a richiesta di tutti gli alunni con cittadinanza non italiana in difficoltà con la lingua, sono attivi e gratuiti:

  • il laboratorio A1 destinato soprattutto agli alunni con maggiori difficoltà, o arrivati ad anno scolastico iniziato o appartenenti ad etnie con caratteristiche linguistiche molto lontane dalla nostra;
  • il laboratorio di livello avanzato per gli alunni con competenza linguistica di base che hanno necessità di consolidamento della lingua italiana per lo studio (livello A2,B1) e l’attivazione di un corso breve di livello B2.
  • lo sportello assistito multidisciplinare con attività pomeridiana di rinforzo in piccoli gruppi;
  • per gli alunni cittadini non italiani delle classi quinte ogni consiglio di classe valuterà entro marzo gli interventi necessari per prepararli allo svolgimento della prima prova e comunicherà eventuali esigenze specifiche alla commissione intercultura.

Inoltre gli studenti usufruiranno degli sportelli disciplinari destinati a tutti gli alunni dell’istituto.

Sono previsti colloqui di accoglienza con i ragazzi giunti durante l’anno scolastico.

In collaborazione con il Centro Territoriale Permanente di Vicenza EST e in rete con altri Istituti secondari di secondo grado aderenti alla rete “Intreccio di Fili colorati” si offre, a tutti gli alunni neo-giunti, la possibilità di seguire un laboratorio di Italiano in orario curriculare per due giorni alla settimana ad integrazione e a sostegno del percorso personalizzato individuato dai vari docenti delle classi coinvolte. Le attività proposte sono espletate da un docente del CPIA di Vicenza EST . Tale collaborazione risulta preziosa soprattutto per gli alunni che hanno dimostrato difficoltà a seguire i corsi in orario pomeridiano.

Gli alunni neo-giunti hanno a disposizione, inoltre, un libro di italiano e un dizionario bilingue consegnati a titolo di comodato d’uso per l’apprendimento della lingua a vari livelli di competenza (A1-A2-B1 del Quadro Comune Europeo).

Presso l’Istituto è stata individuata la sede dello sportello unico di orientamento per i minori neo-immigrati tramite il quale le famiglie possono chiedere informazioni sulle varie tipologie di percorsi di studio offerti dagli Istituti secondari di secondo grado presenti a Vicenza.